Tutto Aforismi

AddThis Social Bookmark Button

NewsLetter

Aforisma del giorno

Il significato di un uomo non va ricercato in cio' che egli raggiunge, ma in cio' che vorrebbe raggiungere.
K.Gibran

Lavoro



Indice
Lavoro
Pagina 2
Tutte le pagine

 

Quando qualcuno mette troppo entusiasmo nel suo lavoro, ho sempre l'impressione che sprechi più tempo ad entusiasmarsi che a lavorare.
Antonio Amurri, Qui lo dico e qui lo nego, 1990

 

L'abitudine al lavoro modera ogni eccesso, induce il bisogno, il gusto dell'ordine; dall'ordine materiale si risale al morale: quindi può considerarsi il lavoro come uno dei migliori ausiliari dell'educazione.

Massimo d'Azeglio, I miei ricordi, 1867 (postumo)

 

Il lunedì ti giustifichi col lavoro che fai, ma la domenica che scusa hai? Orrenda domenica, nemica dell'umanità.

Saul Bellow, Le avventure di Augie March, 1953

 

 

Non c'è lavoro tanto semplice che non possa essere fatto male.

Arthur Bloch, Legge di Perrussel in Il terzo libro di Murphy, 1982

 

Felice colui che ha trovato il suo lavoro; non chieda altra felicità.

Thomas Carlyle, Passato e presente, 1843

 

Il roseo compiacimento del proprio lavoro è esclusivo retaggio dei dilettanti.

Emilio Cecchi, Scrittori inglesi e americani, 1937

 

 

Il lavoro è una maledizione che l'uomo ha trasformato in piacere.

Emil Cioran, Al culmine della disperazione, 1934

 

Il lavoro è una manna quando ci aiuta a pensare a quello che stiamo facendo. Ma diventa una maledizione nel momento in cui la sua unica utilità consiste nell'evitare che riflettiamo sul senso della vita.

Paulo Coelho, Manuale del guerriero della luce, 1997

 

Il lavoro non mi piace − non piace a nessuno − ma mi piace quello che c'è nel lavoro: la possibilità di trovare sé stessi.

Joseph Conrad, Cuore di tenebra, 1902

 

In fin dei conti il lavoro è ancora il mezzo migliore di far passare la vita.

Gustave Flaubert, Corrispondenza, 1830/80 (postumo)

 

Il lavoro è un'ottima cosa per l'uomo: lo distrae dalla sua vita, gli impedisce di vedere quell'altro essere che è sé stesso e che gli rende spaventosa la solitudine.

Anatole France, L’Anneau d'améthyste, 1899

 

"Il lavoro non deve essere sfruttamento d'un uomo ad opera di un altro uomo, che detiene nelle sue mani il capitale e il potere politico" disse il Socialismo. Va bene, ma quando si è dato il capitale in mano allo Stato e lo Stato in mano a capi "proletari", cessa il lavoro di essere sfruttamento di uomini da parte di altri uomini?

Luigi Grande, Diritto all’ozio, 1956

 

Un uomo non è un pigro, se è assorto nei propri pensieri; esistono un lavoro visibile ed uno invisibile.

Victor Hugo, I miserabili, 1862

 

Il lavoro non è più rispettabile dell'alcool, e serve esattamente allo stesso scopo: distrae semplicemente la mente.

Aldous Huxley, Punto contro punto, 1928

 

È impossibile godere a fondo l'ozio se non si ha una quantità di lavoro da fare.

Jerome Klapka Jerome, Pensieri oziosi di un ozioso, 1886

 

In un nuovo posto di lavoro, si deve indovinare se per essere ben visto, bisogna lavorare sodo o non far niente.

Jean Josipovici, Pensieri in rotta, 1989

 

L'uomo è un essere di desiderio. Il lavoro può solo soddisfare i suoi bisogni. Sono rari i privilegiati che riescono a soddisfare i bisogni dando retta al desiderio. Costoro non lavorano mai.
Henri Laborit, Elogio della fuga, 1976

 

Se si escludono istanti prodigiosi e singoli che il destino ci può donare, l'amare il proprio lavoro (che purtroppo è privilegio di pochi) costituisce la migliore approssimazione concreta della felicità sulla terra.

Primo Levi, La chiave a stella, 1978




 

Lascia il tuo commento

Seguici su Facebook


Face FanBox or LikeBox



Licenza Creative Commons
Tuttoaforismi is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported License.